Romanzo La condanna: Walter Veltroni torna a scrivere

0
romanzo la condanna autore
8.5
Scrittura fluida dell'autore
Storia avvincente e interessante
Roma diventa quasi uno dei protagonisti
SaveSavedRemoved 0

Il romanzo La condanna è l’ultima uscita firmata Walter Veltroni. L’ex sindaco della capitale torna in libreria con una storia unica, in grado di stupire tutti.
Le vicende narrate richiamano, infatti, alla memoria di chi legge una Roma lontana, quella del 1944.
Si tratta di un periodo storico difficile: a giugno è stata liberata dall’incubo del fascismo e dell’occupazione nazista. Il protagonista del libro è – invece – Giovanni, un giornalista che deve fare i i conti con tali avvenimenti, ma soprattutto uno in particolare.

Ti piacerebbe saperne di più? Conoscere fatti, premesse e personaggi dell’opera?
Basta leggere la nostra recensione!

La condanna storia e avvenimenti

la condanna

La condanna, il nuovo romanzo di Walter Veltroni, è un libro che parla di Storia con la “S” maiuscola. Il protagonista si chiama Giovanni ed è un giornalista di ventiquattro anni.
Ha appena coronato il suo sogno – quello di lavorare in un quotidiano – e il caposervizio della cultura Sergio Fabiani gli assegna un compito molto difficile. Quello di scrivere un articolo su Donato Carretta, direttore del carcere di Regina Coeli, linciato brutalmente dalla folla nel settembre del 1944, durante il processo all’ex questore della città Pietro Caruso.

Giovanni si immerge, quindi, in una ricerca appassionante e travolgente, accompagnando i lettori ai luoghi simbolo del tragico evento: il Palazzo di Giustizia, il Tevere e – ovviamente – il carcere di Regina Coeli. Attraverso varie testimonianze e documenti d’epoca, cerca di ricostruire un pezzo buio (o quantomeno grigio) della storia italiana.

Veltroni offre ai lettori un racconto vivido, crudo e reale di avvenimenti passati, ma purtroppo anche tremendamente attuali.

Alcune informazioni in più su La condanna di Veltroni

Con il romanzo La condanna, Walter Veltroni propone ai lettori pagine intense ed emozionanti, che fanno pensare. Pubblicato il 19 marzo per Rizzoli, il libro prende spunto da una storia realmente accaduta per porta a riflettere sul presente. Nel farlo utilizza gli occhi di un giornalista entusiasta del proprio lavoro, che non rischia di inciampare nell’indolenza o nell’apatia come i colleghi più anziani. Il linciaggio di Donato Carretta diventa allora specchio diretto della violenza politica contemporanea.

Roma, 1944, Donato Carretta, direttore di Regina Coeli, è linciato e massacrato dalla folla. La ferocia della giustizia sommaria nel racconto di un ventenne di oggi.

Copertina La condanna

Veltroni scrittore e politico: la biografia

walter veltroni

Walter Veltroni (Roma, 3 luglio 1955) è il noto autore del romanzo La condanna. Si tratta di una figura poliedrica, che ha segnato a lungo la politica italiana e che, negli ultimi anni è riuscito ad imporsi anche come regista e scrittore .
Figlio di Vittorio, dirigente della Rai morto a soli 37 anni, Veltroni si è diplomato nel 1973 presso l’Istituto statale di cine-TV Rossellini.
Nel 1976, poco più che ventenne è consigliere comunale a Roma e mantiene l’incarico fino al 1981. Pubblicista dal 1983 diventa giornalista professionista nel 1995, mentre è alla direzione de L’Unità.
Ricopre successivamente ruoli di grande rilievo: nel 1987 è eletto per la prima volta deputato alla Camera; dal 2001 al 2008 è sindaco di Roma.
Non è finita. Dal 1996 al 1998 è anche vicepresidente del Consiglio e Ministro per i beni culturali.

La sua biografia è – dunque – un intreccio complesso di impegno politico e creatività artistica, culminato con la realizzazione di opere che vanno dal cinema alla politica e alla musica.

Altre opere di Veltroni scrittore

Walter Veltroni ha arricchito il panorama letterario con una serie di opere che spaziano tra narrativa e saggistica.
La bibliografia dell’autore includono, infatti, titoli di grande successo come: Noi (2009), L’inizio del buio (2011), L’isola e le rose (2012), E se noi domani. L’Italia e la sinistra che vorrei (2013), Quando c’era Berlinguer (2014), Ciao (2015), e Quando (2017).
Questi testi testi, tutti pubblicati da Rizzoli, testimoniano la versatilità e la profondità della sua scrittura. Difatti affrontano tematiche che abbracciano l’impegno politico, sociale, l’amore per l’arte e tanto altro.

Ma Veltroni si è cimentato anche nella regia dirigendo documentari come I bambini sanno (2015), Indizi di felicità (2017), e la serie televisiva Gli occhi cambiano (2016).

Continuo sia a scrivere romanzi sia a lavorare per fare altri film, poi collaboro anche col “Corriere della Sera” e la “Gazzetta dello Sport”. Scrivere è una delle cose che mi piace di più.

Intervista a Walter Ventroni – mangialibri.com

Con opere più recenti come il romanzo La condanna, C’è un cadavere al Bioparco (2021) e I fratelli che volevano cambiare il mondo (2023), Veltroni continua ad essere un protagonista indiscusso del panorama culturale italiano.

Romanzo La condanna… altre recensioni?

Ti è piaciuta la recensione sul romanzo La condanna? Puoi trovarne molte altre nel nostro blog. Condividiamo guide e articoli su libri di ogni genere: romanzi gialli, thriller, saggi e tanto altro.
In questo modo puoi scoprire quali sono i titoli più gettonati, sia tra le nuove uscite che tra i grandi classici. Quindi scegliere quale libro acquistare!

0/5 (0 Recensioni)

Lascia un tuo commento personale, ogni tuo suggerimento è ben accetto!

      Leave a reply

      Peekincity Deals
      Logo
      Register New Account
      Condividi con un amico