L’uomo del kamishibai: trama e recensione

0
libro l'uomo del kamishibai
9
Affascinante e unico
Un viaggio nella cultura giapponese
Una narrativa unica che trasporta il lettore
Ideale anche per i più giovani
SaveSavedRemoved 0

L’uomo del kamishibai (titolo originale Kamishibai Man) è una storia illustrata di Allen Say, pubblicata nel 2005.
Protagonista del racconto è un vecchio cantastorie giapponese ed il suo piccolo teatro itinerante di carta.

Qui trovi la recensione completa.
Immergiti nella cultura giapponese e nei suoi insegnamenti!

Trama L’uomo del kamishibai

kamishibai significato

In un pittoresco villaggio giapponese un anziano uomo è afflitto dalla nostalgia dei tempi passati. Il protagonista inizia, quindi, a ripensare ai giorni in cui portava avanti la tradizione del kamishibai, un antico metodo narrativo giapponese che mescola racconti e illustrazioni. Con il sostegno amorevole della moglie decide di intraprendere un viaggio in bicicletta verso la città.

Qui, tra le strade caotiche e rumorose trova un luogo tranquillo dove fermarsi. Tirando fuori dalla bici un vecchio kamishibai l’uomo si perde nei ricordi di quando era giovane, quando era capace di affascinare i bambini con le sue storie, i suoi dolciumi e il suo piccolo teatro di carta.
Purtroppo, con l’avvento della televisione, il pubblico si è ridotto fino a scomparire del tutto, lasciandolo con un senso di disillusione.
Ma nulla è perduto sul serio. Sì perché sono ancora tanti i bambini, ormai cresciuti, che si ricordano del vecchio cantastorie.

Al posto di tutti quei begli alberi ora è pieno di negozi e ristoranti. Chi ha bisogno di comprare così tante cose e di mangiare così tanti cibi diversi?

L’uomo del kamishibai

Kamishibai significato: che cos’è nella pratica?

Da dove viene il titolo L’uomo del kamishibai?
Il termine kamishibai significa letteralmente “teatro di carta”. Da Kami (carta) e Shibai (teatro). Si tratta di una forma di narrazione itinerante giapponese che ha le sue radici nei templi buddisti del XII secolo, ma viene riscoperta tra il 1920 e il 1970, fino alla diffusione su larga scala della televisione.
In origine, i monaci buddisti utilizzavano rotoli di immagini chiamati emakimono. L’obiettivo era illustrare storie sulla vita e le opere del Buddha alla popolazione analfabeta. Questa pratica combinava l’elemento visivo delle immagini con la narrazione orale, rendendo i racconti accessibili a tutti.

Il gaito kamishibaiya, o cantastorie del kamishibai, era solito viaggiare da un villaggio all’altro in bicicletta e radunare ad ogni spettacolo gruppi di bambini suonando due bacchette di legno. Spesso le storie erano divise in episodi per assicurarsi sempre pubblico.

Non molto tempo fa in Giappone, in una piccola casa sulla collina,
vivevano un anziano signore e sua moglie.
Sebbene non avessero figli, si chiamavano
l’un l’altra “Jiichan” e “Baachan”.
Jiichan vuol dire nonno, Baachan significa nonna.
Un giorno, Baachan disse: “Jiichan è da tre giorni che non apri bocca.”
“Uhm, pensavo a quanto mi manchino
I miei giri in biciletta”, disse lui.
Baachan lo fissò. “Quanti anni sono passati?”, chiese.
“Eh sì. Abbastanza… ma le mie gambe sono ancora forti.
E la bicicletta va bene.”
“…Non so. Andare, per un giorno, non ti farà male.
Ti preparo un po’ di dolcetti?”
“Sarebbe molto carino da parte tua”, disse Jiichan.

L’uomo del kamishibai

Cosa pensa chi lo ha letto

Le recensioni presenti in Rete sono praticamente unanimi. L’uomo del kamishibai è una storia positiva ed emozionante che vale la pena leggere. Si tratta di una lettura consigliata a partire dai cinque anni di età.

È una storia commovente e l’amerai come adulto tanto quanto tuo figlio (o i tuoi bambini).

Recensione utente Amazon

Allen Say scrittore: chi è?

allen say scrittore

Allen Say (nato James Allen Koichi Moriwaki Seii nel 1937) è uno scrittore, illustratore e fotografo nippo-americano.
La sua passione per l’arte lo ha portato a lavorare come apprendista del suo fumettista giapponese preferito, cioè Noro Shinpei, e successivamente a intraprendere una proficua carriera nel mondo dell’illustrazione.
Vive a Portland, Oragon, dal 1999.

La maggior parte delle persone sembra interessata a trasformare i propri sogni in realtà. Poi c’è chi trasforma la realtà in sogni. Appartengo a quest’ultimo gruppo.

Allen Say

Altri romanzi Allen Say?

Allen Say è conosciuto, soprattutto, per aver scritto e illustrato numerosi libri per bambini.
Tra i titolo più noti c’è sicuramente Drawing from Memory, vincitore di un Oregon Book Award per la letteratura per bambini nel 2013.
Ma anche The Boy of the Three-Year Nap, opera scritta da Dianne Snyder e da lui illustrata, rivisitazione di un racconto popolare giapponese che ha contribuito a consolidare la sua reputazione come autore di talento nel panorama letterario per l’infanzia.

Conclusioni

Cosa possiamo aggiungere su L’uomo del kamishibai? Che si tratta di un libro che non solo offre una toccante storia di tradizione e passione, ma introduce anche al fascino del kamishibai e all’opera di un autore eccezionale come Allen Say. Con il suo stile unico e le sue illustrazioni coinvolgenti, Say continua a ispirare lettori di tutte le età, trasmettendo la bellezza e l’importanza delle storie e della cultura. Ecco perché suggeriamo di acquistarlo.

Per altre recensioni come queste non esitare a visitare il nostro blog! Condividiamo contenuti e articoli sulle nuove uscite e sui grandi classici. Non esitare. Scopri quale sarà il tuo prossimo libro da mettere in libreria!

0/5 (0 Recensioni)

Lascia un tuo commento personale, ogni tuo suggerimento è ben accetto!

      Leave a reply

      Peekincity Deals
      Logo
      Register New Account
      Condividi con un amico