Dare la vita: l’inedito postumo di Michela Murgia

1
dare la vita
8
Infinite sfaccettature del nuovo concetto di famiglia.
Libro toccante che fa riflettere sul senso di genitorialità.
SaveSavedRemoved 0

Michela Murgia, come ogni scrittore, vivrà in eterno nelle sue opere.
Nonostante la morte prematura ha potuto lasciarci un ultimo libro inedito dal titolo Dare la vita. Lo scopo di queste pagine è offrire al lettore un concetto alternativo di “famiglia normale” e distruggere pericolosi pregiudizi e barriere.
Si tratta sicuramente di un libro che non lascia indifferenti, che accende dibatti e fa riflettere. Così come ha scelto di fare la stessa autrice nel corso della propria esistenza.

Chi è l’autrice di Dare la vita?

michela murgia

Per molti (anzi per la maggior parte) non ha bisogno di presentazioni. Ma vista la grandezza di questa donna è bene ricordarla.
Michela Murgia è nata a Cabras il 3 giugno 1972 e nella sua vita è stata scrittrice, critica letteraria, drammaturga ed anche politica e accesa attivista. Durante la lunga e prolifica carriera da scrittrice ha vinto numerosi premi. Basta citare il famoso romanzo Accabadora del 2009, col quale ha ottenuto i premi Campiello, Dessì e SuperMondello.

Tra le sue innumerevoli opere ti consigliamo di leggere Ave Mary del 2011, Chirú del 2015, Istruzioni per diventare fascisti nel 2018 e Stai zitta del 2021. Nel maggio del 2023 ha pubblicato uno dei suoi ultimi libri dal titolo Tre ciotole, molto apprezzato dai lettori.

Michela Murgia: non solo scrittrice

Per capire a fondo lo spessore del personaggio è giusto parlare anche della vita privata. Michela Murgia si è sposata due volte. Il primo matrimonio è stato con l’informatico Manuel Persico. Il secondo con l’attore e regista Lorenzo Terenzi. Quest ultimo è stato – infatti – celebrato in articulo mortis (in punto di morte) con lo scopo di denunciare le carenze legislative in Italia per le coppie di fatto.
Non ha mai partorito ma, in compenso, ha avuto quattro figli adottivi dai lei chiamati “figli dell’anima”: Raphael Luis, Alessandro Giammei, Francesco Leone e Michele Anghileri.

Michela Murgia è stata, senza dubbio, una donna speciale, che ha saputo ispirare il dibattito pubblico su temi cruciali. È riuscita a sfruttare sapientemente i canali di comunicazione e gli eventi pubblici per portare avanti ideali in cui credeva fortemente. Nel 2014 le viene diagnosticato un tumore renale, dato per sconfitto nel 2016.

Fino alla sua morte, avvenuta il 10 agosto 2023 a Roma, ha continuato a far sentire la sua voce e a scrivere opere che rimarranno vive per sempre. Nemmeno il suo funerale è stato troppo convenzionale. Durante la cerimonia sono intervenuti il cardinale Zuppi e Roberto Saviano. Ad accompagnare la bara fuori dalla chiesa sono stante le note del canto popolare “Bella Ciao”.
Nei prossimi paragrafi potrai scoprire come la sua vita abbia ispirato il libro postumo Dare la vita.

Opera Murgia 2024: di cosa parla?

Il libro postumo di Michela Murgia è un pamphlet, ossia un libretto scritto in chiave satirica, che tratta di un tema attualissimo come la genitorialità.
Però non c’è da confondersi. In quest’opera la scrittrice va oltre i modelli a cui siamo abituati. Lo si comprende già dalle prime pagine, dove scrive una riflessione sulla forma di procreazione assistita GPA (gestazione per altri).
Troverai, quindi, risposte a temi dibattuti e a domande complesse. Domande come: è possibile costruire una famiglia anche se non ci sono vincoli di sangue tra i suoi membri? Madri e figli possono scegliersi?
La buona notizia è che in Dare la vita ci sono solo risposte positive. Per la scrittrice i rapporti di parentela non sono dettati dalla genetica, dalla consanguineità, ma dai legami d’anima.
Da qui nasce il concetto di queer family – nucleo familiare atipico, in cui le relazioni contano più dei ruoli – che più volte la stessa Murgia ha descritto nei propri scritti e sui social.

Vogliamo segnalarti un estratto di un suo post social pubblicato il 15 maggio 2023, sulle difficoltà affrontate giornalmente da queste famiglie.

Compagni giudicanti. Conoscenti morbosi. Mille spiegazioni. Silenzi di protezione. La paura che a una dogana qualcuno ti chieda perché viaggi all’estero con un minorenne che non è tuo figlio. La certezza che non puoi andarlo a prendere a scuola, perché non sei nessuno.

Post profilo Instagram Michela Murgia

In Dare la vita Michela Murgia ci porta, insomma, a interrogarci su cosa sia davvero la normalità. Su cosa sia da considerare giusto o sbagliato.

michela murgia

Libro postumo Murgia: curiosità

Dare la vita è la prova che Michela Murgia non ha mai smesso di scrivere.
Nonostante la malattia e le difficoltà ad essa legate. Quel che è certo è che il suo libro è uno dei più attesi nel 2024. Uscito nelle librerie italiane il 9 gennaio con la casa editrice Rizzoli promette di non lasciare delusi.
Alla stesura di Dare la vita ha partecipato anche uno dei quattro figli dell’anima, Alessandro Giammei. Oltre ad essere membro della famiglia queer della scrittrice, è un professore di letteratura italiana all’università di Yale. È proprio lui a commentare l’inedito Michela Murgia in questo modo:

un libro toccante, sulla famiglia. Doveva essere solo sulla Gpa (gestazione per altri, ndr) ed è diventato un libro più profondo sul senso della genitorialità e parentela.

Alessandro Giammei

Gli apprezzamenti non terminano qui! Le tantissime descrizioni dell’opera online, come quella della Feltrinelli, iniziano con una frase che anticipa l’a qualità ‘unicità dell’opera:

Pagine straordinarie che ci permettono di entrare nelle infinite sfaccettature degli affetti e di comprendere come aprire all’altrə non riduce ma amplifica l’amore.

Feltrinelli

Sono in tanti a sostenere che si tratta di un breve libro toccante, capace di affrontare in maniera rivoluzionaria il tema della famiglia.
È una denuncia a una realtà che la politica e la società non vuole ancora sostenere. È un dialogo aperto e onesto sul rapporto tra madri e figli, che non hanno condiviso i famosi 9 mesi insieme. Tutto ciò viene fatto partendo dalla propria vita e dal nuovo modello di maternità che ha deciso di sposare.

Inedito Michela Murgia: pronto a leggerlo?

Se sei un amante della scrittrice non puoi perderti Dare la vita di Michela Murgia.
Questa sarà, probabilmente, l’ultima testimonianza del suo pensiero e dei suoi ideali, ideali per cui ha lottato durante tutta la vita.
Per fortuna continuerà a vivere nelle pagine dei propri libri e a spingere i lettori ad una riflessione critica e libera, che si oppone al sistema.
Una volta letto ricordati di contattarci! Ci teniamo a conoscere la tua opinione!

0/5 (0 Recensioni)

Lascia un tuo commento personale, ogni tuo suggerimento è ben accetto!

      Leave a reply

      Peekincity Deals
      Logo
      Register New Account
      Condividi con un amico