A questo poi ci pensiamo: trama e recensione

0
a questo poi ci pensiamo
8
Tematiche attuali
Apprezzata l’ironia e il sarcasmo
SaveSavedRemoved 0

“La fiducia e la felicità sono cose che vanno insieme, perché l’atto di dare fiducia a qualcuno per definizione non è un atto infelice, è un atto felice”.
Ecco una delle frasi che lasciano il segno nel libro A questo poi ci pensiamo. Ma è solo una delle tante riflessioni di Mattia Torre, che appartengono a questa raccolta di racconti pubblicata anni dopo la sua morte. Un’opera in grado di rendere vivo per sempre un’artista di fama internazionale.

Pronto a saperne di più? Qui troverai risposta a tutte le tue domande su uno dei libri più venduti e apprezzati dell’ultimo periodo!

Chi è l’autore del libro A questo poi ci pensiamo?

a questo poi ci pensiamo

Non è possibile leggere questo libro senza conoscere il suo autore.
A questo poi ci pensiamo è un vero e proprio omaggio allo scrittore romano Mattia Torre.
Nel luglio del 2019, dopo una lunga malattia, è deceduto all’età di 47 anni. Famoso sia in Italia, che all’estero, è stato anche sceneggiatore, registra e autore teatrale. Vanta numerose fiction e film di successo tra cui la nota serie tv Buttafuori realizzata in collaborazione con Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo.
Dal 2007 si è occupato della sceneggiatura della serie Boris assumendo – dalla seconda stagione – il ruolo di co-regista a cui è seguita la regia di Boris-il film.

Nel 2015 ha scritto insieme a Corrado Guzzanti la serie tv Dov’è Mario?.
Due anni dopo ha collaborato con Baldini e Castoldi per la realizzazione del romanzo e dell’omanima serie televisiva La linea verticale. Nel 2019 ha pubblicato con la casa editrice Mondadori sette atti comici dal titolo In mezzo al mare. La sua carriera di letterato non finisce qui. Si è occupato ancora di teatro, scrivendo opere come Migliore, 456, Qui e ora e Perfetta.

Premi e onorificenze dell’autore

Alla sua memoria è stato dedicato il film Cosa sarà, del regista di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart protagonista, e la quarta stagione di Boris. Nel 2021 ha vinto il David di Donatello per la migliore sceneggiatura originale del film Figli, premio ritirato dalla figlia Emma.
A questo poi ci pensiamo è una raccolta celebrativa del suo estro creativo diventata ben presto uno dei libri più venduti. Per aiutarti a comprendere meglio questo artista ecco come usava descriversi:

Sono nato nel ’72, sono un elettore di sinistra e la mia vita di elettore è sempre stata tormentata e infelice. Questa sciagura è bilanciata da una vita molto fortunata; faccio un bellissimo lavoro, ho famiglia e amici stupendi, un buon carattere. Ho fatto due figli, scritto libri, piantato alberi, e se morissi domani non si potrebbe dire che è una vita buttata.

Mattia Torre

Trama del libro A questo poi ci pensiamo

A questo poi ci pensiamo è un libro particolare, che racchiude nelle sue pagine pensieri e racconti di un grande artista scomparso troppo presto. Grazie ai suoi racconti è possibile leggere la comicità, l’arguzia di Mattia Torre, ma anche il ritratto reale della sua città, Roma. A questo poi ci pensiamo è un mix di storie che rappresentano la nostra società e tutti noi. Ci sono storie sulla vita di coppia, da single e sul rapporto tra genitori e figli. Con graffiante ironia e autoanalisi Mattia Torre riesce a trattare anche tematiche più spinose come l’omofobia, i pregiudizi e la cultura “prêt-à-porter”.

Insomma, all’interno del libro A questo poi ci pensiamo troverai una serie di dialoghi e scritti che potrebbero diventare la base di interessanti opere di narrativa o cinematografiche. È l’ultimo regalo che l’autore ha lasciato ai suoi colleghi e ai suoi amati lettori.

Ecco per te una breve anticipazione dello stile narrativo del libro.

«Io prima non andavo in analisi e non ci capivo un cazzo. Ora vado in analisi e non ci capisco un cazzo. L’ analisi fa bene. È tutto un percorso particolare, lavori su te stesso, non capisci una mazza, soffri da morire, è bellissima l’analisi. Il mio analista quando gli dici che non ci capisci niente, sorride contento. Poi costa poco l’analisi. Un motorino al mese. E lui se li compra, il mio analista voglio dire. C’ha duecento motorini, il mio analista. Li affitta a Piazza del Popolo.»

Mattia Torre, A questo poi ci pensiamo

Cosa ne pensano gli utenti di A questo poi ci pensiamo?

a questo poi ci pensiamo

A questo poi ci pensiamo è stato inserito nella classifica dei libri più venduti dell’ultimo periodo! Su Amazon troviamo più di 200 recensioni che raggiungono quasi le cinque stelle su cinque. Per capire se questo libro ha davvero soddisfatto le aspettative dei lettori presentiamo quali sono gli elementi che sono piaciuti di più e quelli più criticati.

Recensioni positive

Iniziamo con l’opinione di Alberto Roto, che nella Nota dell’editore posta in fondo al libro a questo poi ci pensiamo scrive:

Testi che mostrano la coerenza di una visione delle cose umane che si muove con scioltezza fra comico e grottesco, fra graffiante ritratto e divagazione filosofica, fra malinconia e leggerezza.

Alberto Roto

Non ci sono dubbi. Si tratta di un libro che tutti gli estimatori di Mattia Torre e della sua scrittura dovrebbero assolutamente leggere. I motivi sono disparati.
Secondo le recensioni di molti, è – nel complesso – una piacevole sorpresa, che rende difficile al lettore staccarsi dalle pagine senza arrivare alla fine. È un libro capace di dare voce eterna al suo autore.
Il pubblico ha mostrato di apprezzare, in maniera particolare, l’ironia e il sarcasmo utilizzati per raccontare la realtà che ci circonda, compresi i suoi aspetti negativi. Le storie narrate sono state definite addirittura “illuminanti”. Così tanto da non stupire il notevole successo ottenuto dal libro.

Giudizi negativi

È davvero difficile trovare delle critiche sul libro A questo poi ci pensiamo! Basta pensare che su Amazon nessuno ha lasciato meno di tre stelle. Le rare recensioni negative riguardano solo il paragone con le precedenti opere dell’autore. Ci sentiamo, quindi, di affermare che i lettori sono perlopiù rimasti soddisfatti dalla raccolta di Mattia Torre.

Promosso o bocciato?

Come dicono numerose recensioni online, se sei un estimatore dell’autore non puoi perderti la sua ultima l’opera! Siamo certi che leggendo questo libro non ne rimarrai deluso. Una volta terminato non esitare a contattarci.
Siamo davvero curiosi di conoscere anche la tua opinione!

0/5 (0 Recensioni)

Lascia un tuo commento personale, ogni tuo suggerimento è ben accetto!

      Leave a reply

      Peekincity Deals
      Logo
      Register New Account
      Condividi con un amico